Pane e Bombe. Pisa bombardata, Pisa liberata.

By EnzoLamassaCommenti disabilitati
Pane e Bombe. Pisa bombardata, Pisa liberata.

Molti ragazzi della mia generazione, nati tra gli anni settanta e ottanta, hanno potuto conoscere i terribili momenti dell’ultima guerra dalla voce dei propri cari, spesso i nonni, molti dei quali per ragioni anagrafiche sono ormai scomparsi. Questa memoria affiorava improvvisa, veniva trasmessa spesso in modo estemporaneo, non tanto a monito dei terribili momenti passati, ...

vai all'articolo →
TEATRI DI CONFINE 2014: il programma completo

di Redazione FONDAZIONE TOSCANA SPETTACOLO in collaborazione con Teatro Sant’Andrea/I Sacchi di Sabbia Teatro Francesco di Bartolo/Associazione Teatro Buti TEATRI DI CONFINE 2014 Pisa-Buti: lungomonte 17 ottobre – 18 dicembre TEATRO SANT’ANDREA venerdì 17 ottobre UN BÈS – ANTONIO LIGABUE die  con Mario Perrotta TEATRO SANT’ANDREA venerdì 24 ottobre GIRL 1.0 di e con Laura ...

vai all'articolo →
Dal Giappone con amore

di Sharon Tofanelli e Andrea Bernardo Con un inno alla libertà, chiude la XVI edizione di Collinarea – il Festival organizzato, a Lari, da Scenica Frammenti e Fondazione Pontedera Teatro. Lari non è vasta. Cresce sul colle, emulando l’edera. E se è l’edera, proprio l’edera l’emblema dell’eterno, sappilo subito: è antico il suo silente abbraccio. ...

vai all'articolo →
O tutto o niente

di Simona M. Frigerio A Collinarea 2014 due spettacoli che – per eccesso o per difetto – incuriosiscono ma non convincono del tutto: Perché non ballate? e Riccardo III. Perché non ballate? (Why don’t you dance?) è la prima short story della raccolta What we talk about when we talk about love di Raymond Carver ...

vai all'articolo →
La “ferita” dell’essere umano

di Mariacristina Bertacca Anche Balletto Civile ha presentato la sua “ferita” al Festival VolterraTeatro, con uno spettacolo-laboratorio nella Fortezza di Volterra. Il tema portante di Volterrateatro 2014 è la “ferita”, ferita della terra e ferita dell’essere umano, ferita e dolore che attraverso l’arte possono tramutarsi in bellezza e significato profondo. Su questo tema ha lavorato ...

vai all'articolo →
La giostra della vita

di Simona M. Frigerio e Luciano Uggè Nuovo capitolo dell’indagine della Compagnia della Fortezza nell’immaginario ossessivo e barocco di Jean Genet. A seguire, dalle pagine poetiche a quelle autobiografiche di Aniello Arena. Testo: Santo Genet, lo spettacolo che la Compagnia fondata e diretta da Armando Punzo presenta quest’anno riprende in parte scenografie, costumi e stilemi ...

vai all'articolo →
Il palcoscenico di Lari

di Simona M. Frigerio XVI edizione per Collinarea Festival, organizzato da Scenica Frammenti e Fondazione Pontedera Teatro nel ‘capoluogo’ delle colline pisane e nel suo splendido circondario. Il 25 luglio si apre Collinearea Festival, con una serie di eventi che non solo saranno di qualità ma che, allargandosi al territorio circostante grazie al coinvolgimento di ...

vai all'articolo →
Pisa s’illumina dei colori del Barocco

di Alessandra Benedetti I dipinti recuperati è la mostra che, dal 17 luglio al 12 ottobre, avrà come scenario il magnifico Museo Nazionale di San Matteo – a Pisa. Voluta e organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Culturali di Pisa e di Livorno grazie al recupero di alcune opere scomparse. Dieci dipinti risalenti al XVII ...

vai all'articolo →
Pis’Artè | Andrea Santarlasci. Poste le città, il problema era come illuminarle

I limiti del mio linguaggio significano i limiti del mio mondo. Quest’affermazione di Ludwig Wittgenstein cela un’inquietudine: la presa di coscienza dei nostri limiti riguardo alla possibilità di conoscere il mondo che ci circonda. Il linguaggio è una “griglia” che sovrapponiamo alla realtà per renderla intellegibile: senza questa il mondo si presenterebbe “semplicemente”. Percezione ed ...

vai all'articolo →
Page 3 of 68«12345»102030...Last »