Perchè Pisa

Una delle antiche navi rinvenute a Pisa

Ciò che Pisa oggi rappresenta è il frutto di più di 2500 anni di storia. Potenza marittima, che per secoli navigò nel Mediterraneo, vanta un passato glorioso di antica repubblica marinara nata e cresciuta lungo il fiume Arno. Il suo legame con il mare è sicuramente il primo elemento che ne ha determinato i caratteri culturali, economici e politici, le ha donato un patrimonio artistico e architettonico di valore inestimabile e cristallizzato una caratteristica che non ha mai perduto quell’essere crocevia di popoli e culture. Ma Pisa non è stata solo un’importante repubblica marinara, nei secoli è sempre riuscita a caratterizzarsi come una “città speciale”, protagonista di primo piano di numerosi eventi: un cantiere d’arte e d’idee. Tante innovazioni hanno trovato a Pisa la loro prima espressione, contaminando poi il Mediterraneo e buona parte del mondo occidentale: si sono espresse nell’arte, ma hanno anche trovato nel corso del tempo ampio spazio nel sapere scientifico, nello studio della natura, e nelle dottrine sociali, politiche ed economiche.Il contributo di Pisa allo sviluppo delle scienze politiche e sociali ha trovato espressione anche nell’evoluzione del diritto e nelle dottrine politiche. E’ in questacittà che Pietro Leopoldo, Granduca di Toscana, promulgò il 30 novembre 1786 la «Legge criminale», introducendo per la prima volta al mondo, l’abolizionedella pena di morte.Qui sorge la Domus Mazziniana, che la città ha voluto far diventare il memoriale delle istanze di democrazia e libertà, in cui prosegue la tradizione di studi e dipensiero che ha sempre visto Pisa protagonista.Da sempre Pisa è stata una città laboratorio, dove si sono manifestati eventi che hanno dato poi forma al futuro. E’ stata una fucina di idee e di esperienzeesportabili che hanno contaminato il mondo, trovando talvolta maggior sviluppoaltrove, ma conoscendo in questa pur piccola città la propria culla. Pisa è da sempreuna città basata sulla conoscenza e ha sviluppato un sistema universitario e diricerca di primissimo livello. Possiede un polo universitario di fama internazionale,con un corpo docente e di ricercatori di circa 7.000 unità e con una capacitàattrattiva pari a circa 60.000 studenti. Sul suo territorio sono presenti: una grande e storica università fondata nel 1343; due rinomate scuole d’eccellenza, la

Scuola Normale Superiore nata per volontà di Napoleone nel 1810, e la scuola Superiore Sant’Anna; un grande campus della ricerca italiana costituito da Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR)con i suoi 14 Istituti e 5 Centri Studi; l’Istituto Nazionale per la Fisica Nucleare (INFN); l’Istituto Nazionale per la Fisica della Materia (INFM); il Centro di Ricerca Termica dell’E.N.E.L; il Polo Tecnologico diNavacchio; la sede del progetto Virgo uno degli strumenti di misura più importantial mondo nel campo delle onde gravitazionali; un grande ospedale universitarioorientato alla ricerca. Pisa è pertanto un luogo di apprendimento continuo, unambiente che promuove la creatività incentivando le sperimentazioni nell’arte, nellacultura, nello spettacolo. E’ caratterizzata da una popolazione dinamica fatta di studenti e giovani creativi, innovativi e preparati in grado di garantire alla città6un potenziale di crescita enorme se questa forza venisse “veicolata” opportunamente. La grande risorsa di Pisa, ancora da far conoscere e diffondere, è l’enormepotenziale innovativo che la contraddistingue. Pisa è ricca di antichi saperi e di moderna conoscenza e, il divenire Capitale Italiana della Cultura, lepermetterebbe di accelerare, un processo già in atto. Infatti, la volontà di disegnare un percorso che leghi cultura, turismo, sviluppo sostenibile all’economiadella città è il fulcro di un disegno perseguito ormai da molti anni: quello di far divenire Pisa una città intelligente, una “smart city”, in termini di serviziavanzati e infrastrutture capaci di soddisfare i bisogni individuali e collettivi, promuovendo la cultura come volano dello sviluppo economico edell’occupazione, secondo un modello di crescita virtuosa.

 

Twitter del.icio.us Digg Facebook linked-in Yahoo Buzz StumbleUpon