Grandi Speranze e Sguardi Obliqui: drammaturgie odierne tra il Lux e il Sant’Andrea

Sulla scia della rassegna Teatri di confine (giunta quest’anno alla quinta edizione), come ogni anno, le due sale “off” pisane proseguono la programmazione con 6 nuovi spettacoli , inseriti nel progetto “Riassetto del Sistema teatrale e dello spettacolo in Toscana”, con la partecipazione della Fondazione Teatro di Pisa e con il sostegno del Comune e della Provincia di Pisa.Le due rassegne ospiteranno artisti e compagnie tra le più importanti del nostro panorama teatrale contemporaneo, e vedranno l’alternarsi di performer solisti, musicisti e spettacoli a più voci. Ci saranno registi del calibro di Giovanni Guerrieri, compagnie di altissimo livello come la sarda Cada Die Teatro o il Teatro del Carretto, attori importanti come Daniele Timpano e Saverio La Ruina. Vari i temi trattati, dal Risorgimento ai grandi classici, tutti riletti in una chiave particolare che possa interessare soprattutto al pubblico giovane.

Si parte il 24 novembre alle 21,15 presso la Chiesa di Sant’Andrea con Storia della Colonna infame da Alessandro Manzoni, con  Silvio Castiglioni, Emanuela Villagrossi per la regia Giovanni Guerrieri.

Il 1 dicembre, invece, sempre alle 21,15 ci si sposta al Cinema Teatro Lux per lo spettacolo Marea, La vita in ogni respiro di e con Giancarlo Biffi e Pierpaolo Piludu. Musiche di e con Tommaso Novi (Gatti Mezzi).

L’8 dicembre si torna alla Chiesa di Sant’Andrea con Italianesi di e con Saverio La Ruina, musiche originali eseguite dal vivo da Gianfranco De Franco.

Il 14 dicembre al Cinema Teatro Lux sarà la volta dell’attesissimo Amleto per l’adattamento e la regia di Maria Grazia Cipriani, con Alex Sassatelli, Elisa Bossi, Giacomo Vezzani, Giacomo Pecchia, Nicolò Belliti, Carlo Gambaro, Jonathan Bertolai.

Il 17 dicembre sempre al Cinema Teatro Lux un altra new entry molto attesa: Risorgimento Pop, Memorie e amnesie conferite ad una gamba, con Daniele Timpano e Valerio Malorni per la drammaturgia e regia di Daniele Timpano e Marco Andreoli.

Il 19 gennaio 2012 alle ore 21,15 si chiude presso la Chiesa di Sant’Andrea con Assolutamente solo (uno spettacolo di trasformismo), di e con David e Mario Batignan.

 

 

 

Twitter del.icio.us Digg Facebook linked-in Yahoo Buzz StumbleUpon

Comments are closed.