Schegge di memoria al Palazzo Blu

Palazzo Blu e Acquario della Memoria propongono, con il supporto del Comune di Pisa e la collaborazione della locale Sezione Soci Coop, l’evento “Schegge di memoria – Pisa 1944″. L’appuntamento, nel ricordo dei fatti storici che segnarono l’Europa e la città di Pisa – con proiezioni video, testimonianze, letture e musica dal vivo – è rivolto a tutta la cittadinanza e si terrà presso l’auditorium del noto palazzo d’arte.

I documenti video che saranno proposti raccolgono voci e volti di testimoni diretti, e saranno accompagnati dalle note musicali delle chitarre manouche di Andrea Spinelli e Riccardo Dore, e del contrabbasso di Michele Giunta. Il trio Bouchons De Liège composto dai tre musicisti della Scuola “G. Bonamici” creerà, come in un vero e proprio cinema muto degli anni ’20, un commento sonoro ai filmati d’archivio, raccolti da oltre un anno da Acquario della Memoria con il progetto “MemorySharing”.

A fare da contrappunto alle note saranno le parole tratte dai “Diari del coprifuoco – Pisa, estate 1944″: Mario Gattai, Tina Tomasi, Anna Manetti, Elio Giannessi, Sebastiano Timpanaro senior e Gustavo Cenni tra bombardamenti, rastrellamenti, ricerca di normalità e lotta per il cibo scrivono sui loro diari fatti, opinioni, aneddoti, paure e speranze. Margherita Guerri e Alessandro Poletto di AdA – Arsenale delle Apparizioni daranno corpo alle vicende e ai sentimenti di queste incredibili testimonianze, interpretando dal vivo le voci di quegli uomini e quelle donne, in lotta per la sopravvivenza.

Sarà un percorso, della durata di un’ora, che riproporrà un anno di storia: dai bombardamenti sulla città del 31 agosto del ‘43, all’occupazione tedesca, attraverso eccidi e coprifuoco che segnarono l’estate del ’44, fino alla fame e al terrore mescolati alla speranza con cui Pisa attendeva gli Alleati, per giungere, infine, alla Liberazione del 2 settembre.

Fatti che riecheggeranno anche nel ricordo che verrà dato, a corollario dell’evento, della vicenda di Pardo Roques. È il 1° agosto 1944, in via Sant’Andrea si consuma un eccidio feroce: Giuseppe Pardo Roques, detto il Parnàs, presidente della comunità ebraica, è trucidato insieme a altre 11 persone nella sua abitazione. Cinque di queste non sono ebree. Un caso che segna una ferita in città.

Durante l’appuntamento sarà inoltre possibile visitare la mostra “Pisa bombardata, Pisa liberata”, allestita al secondo piano della collezione permanente di Palazzo Blu. La curatela di Stefano Renzoni offre uno sguardo insolito sui tragici effetti della guerra in città attraverso disegni e dipinti di artisti pisani (Mario Bertini, Gino Bonfanti, Ferruccio Pizzanelli, Mino Rosi, Bruno Santochi, Giordano Viotto). La mostra ospita una nuova sezione multimediale proposta da Acquario della Memoria con “MemorySharing”: “La Stanza della Memoria”, dove la Macchina del Tempo e il Calendario Interattivo offrono un’esperienza immersiva nella storia pisana. Dato il grande interesse suscitato, l’esposizione è stata prorogata fino al 1° febbraio 2015.

“Schegge di memoria – Pisa 1944” si inserisce nel nutrito programma “Pisa non dimentica”, con il quale il Comune di Pisa celebra la Giornata internazionale di commemorazione delle vittime dell’Olocausto e la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz.

Pisa, martedì 27 gennaio, ore 17.30 – Auditorium di Palazzo Blu.

Ingresso libero.

Info: palazzoblu.it

Locandina "Schegge di memoria" Palazzo Blu

Twitter del.icio.us Digg Facebook linked-in Yahoo Buzz StumbleUpon

Comments are closed.