Pisa capitale della musica Barocca

Comunicato stampa.

Tre giorni di audizioni per un titolo inedito che ispirò Haendel e Vivaldi.

Dal 7 al 9 febbraio il Maestro Carlo Ipata, direttore dell’ensemble Auser Musici in residenza presso il Teatro di Pisa, Nicholas Hunt, direttore del Festival Opera Barga, e Marcello Lippi, direttore artistico del Teatro di Pisa, terranno una serie di audizioni per la produzione della prossima estate, finanziata grazie al sostegno della Fondazione Pisa.
A luglio Auser Musici metterà infatti in scena presso il prestigioso Festival di Barga, Il Bajazet di Francesco Gasparini, il compositore di Camaiore a cui sia Haendel che Vivaldi si ispirarono per il loro Tamerlano sullo stesso libretto di Agostino Piovene.
La versione di questo “dramma per musica” che sarà messo in scena integralmente in prima mondiale assoluta, e ripreso a Pisa nel gennaio 2015, è quella che Gasparini realizzò nel 1719 presso il Teatro Pubblico di Reggio Emilia.
E mentre sono in corso trattative con un’importante etichetta internazionale per realizzare anche una versione discografica (un doppio cd) dell’opera, alle audizioni di questo fine settimana hanno deciso di presentarsi in 113 cantanti provenienti da tutta Europa.
Tra gli aspiranti ai ben 8 ruoli previsti dall’opera (3 soprano, 1 baritenore, 3 contralto e 1 mezzosoprano) molti cantanti già famosi e altrettanti emergenti. Francia, Polonia, Olanda e Germania le maggiori provenienze estere, ma non mancano originari di Russia, Bulgaria, Estonia, Croazia, Spagna, Grecia o Portogallo.
La regia dell’opera sarà affidata a Paola Rota, già aiuto regista di Mario Martone, mentre per l’allestimento i costumi saranno di Gianluca Falaschi e le luci e le scenografie di Nicolas Bovey.
Il Gasparini Project, questo il titolo scelto per mettere insieme la produzione di luglio con la successiva, non si concluderà però con Il Bajazet ma vedrà una seconda prima moderna assoluta il prossimo autunno: un inedito della produzione sacra di Gasparini rielaborato da Johann Sebastian Bach.
Il logo vincitore del concorso internazionale indetto da Auser Musici per questo progetto è stato quello realizzato dall’artista barcellonese Miguel Andres (miguelandres.com/), mentre a fine marzo l’ensemble con sede a Pisa ma con cui collaborano musicisti proveniente da ogni parte d’Italia e non solo, promuoverà una campagna di crowfunding finalizzata al completamento del budget per la produzione discografica.

Twitter del.icio.us Digg Facebook linked-in Yahoo Buzz StumbleUpon

Comments are closed.