Seconda critica, mensile pisano fatto di carta

COMUNICATO STAMPA

Nasce Seconda Cronaca. Un mensile pisano “fatto di carta”, perché nell’essenza stessa del giornale è chiara la ricerca di un’inversione di tendenza in un’epoca in cui molte riviste cartacee incontrano ripetute difficoltà. Il numero uno di Seconda Cronaca è disponibile da sabato 1 febbraio nei punti vendita, edicole e librerie, ricompresi nell’elenco costantemente aggiornato e visibile sul sito www.secondacronaca.it.

Seconda Cronaca inizia a raccontarsi con il suo stesso nome. Il termine “cronaca” è generalmente associato al concetto di informazione quotidiana, quella che è la prima cronaca. Seconda Cronaca, pur mantenendo l’approccio del cronista, vuole invece raccontare storie e personaggi che non trovano posto tra le notizie di tutti i giorni. Investigando, nel senso giornalistico della parola, attraverso sopralluoghi, interviste, fotografie. Scovando fatti nel vissuto quotidiano e restituendoli in una prospettiva che va oltre il quotidiano. Seconda Cronaca è un giornale monografico. In ogni uscita un filo conduttore unico è alla base degli argomenti trattati che necessariamente si esauriscono nelle stesse pagine. Argomenti che prendono vita da spunti ricevuti dalla città, ma che pure aiutano a lanciare lo sguardo fuori da Pisa. Il tema mensile è declinato in modo differente nei diversi articoli pubblicati, lasciando spazio a licenze di scrittura e ai diversi stili e caratteristiche dei redattori. Una chiara direzione in cui procedere, e una faccenda di direzioni è proprio il tema del primo numero: “Storie di andata e ritorno”. Una sfida, dunque, non soltanto legata alla scelta del formato cartaceo. Formato che già di per sé aiuta a creare un oggetto che aspira ad essere di pregio, non solo dal punto di vista dei contenuti, ma anche da quello “materiale” attraverso un’attenta cura nella scelta della veste grafica. Il lettore deve avere tra le mani, fisicamente, le storie raccontate.

La redazione di Seconda Cronaca è attualmente composta da quattro elementi che si sono incontrati diversi anni fa intorno a Yorick, periodico cartaceo oggi web magazine del Teatro di Pisa, ai quali si aggiunge un fotografo. Di seguito alcune loro note biografiche:

Simone Rossi è nato a Pisa nel 1975 ed è il direttore responsabile di Seconda Cronaca. Laureato in Economia, giornalista pubblicista, dagli anni novanta collabora con l’ufficio stampa del Teatro di Pisa per il quale cura ancora oggi la rivista Yorick. Nel 2013, con Giampaolo Testi, ha pubblicato per Felici Editore il libro La Lirica in vernacolo… pisano!.

Sandro Noto è nato a Ragusa nel 1980. È editore e caporedattore di Seconda Cronaca. Laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni, è stato redattore di Yorick e ha collaborato con i quotidiani Il Tirreno, CronacaQui e La Sicilia.
Antonio Petrolino è nato a Reggio Calabria nel 1981. Laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni, si occupa di comunicazioni satellitari. È stato redattore di Yorick.

Franco Farina è nato a Pisa nel 1963. Laureato in Filosofia, si occupa di teatro dal 1987 e dal 1992 collabora con il Teatro di Pisa, occupandosi prevalentemente di formazione. Autore di numerosi adattamenti drammaturgici e testi originali, nel 2013 è stato curatore per DelosBooks, insieme ad Alessandro Fambrini, di Scrivere il Futuro – Del mancato amore tra fantascienza e teatro. Come proiezione del suo laboratorio di scrittura giornalistica, nel 1996, nasceva Yorick.

Francesco Cuzzola è nato a Reggio Calabria nel 1981. Ingegnere aeronautico, collabora con il blog pensierifotografici.wordpress.com. È il fotografo di Seconda Cronaca.

Per maggiori info: www.secondacronaca.it.

Twitter del.icio.us Digg Facebook linked-in Yahoo Buzz StumbleUpon

Comments are closed.