Teatro Verdi. Stagione Danza 2014. “Non so che felicità nuova”

di Sharon Tofanelli (Persinsala)

Apre a gennaio la Stagione Danza 2014 del Teatro Verdi di Pisa: sentieri di musica per condurci, tra note multicolori, verso l’estate.

Pisa, gennaio, pioggia battente, la guazza sui marciapiedi. Depressione ovunque, ma discreta. E una gestazione, un ardore sotto la bolla di nebbia. Si espande, sì, indolente, ma ineluttabile. Dovrà prorompere, certamente, ma quando?
2014, sabato 4 gennaio. Riapre la Stagione di Danza del Teatro Verdi: a ricoprire, quest’anno assiderato, dei toni più carnali. Otto, per la precisione. Otto pigmenti per questo affresco di vita, otto spettacoli, otto Compagnie in questo caldo ancoraggio.
Inaugurano la Stagione, il 4 gennaio, le algide passioni di Onegindandy preda della noia – la cui rappresentazione coreutica è affidata al Balletto dell’Opera Nazionale Slovacca; datata 1920, e per la prima volta ospite del Teatro di Pisa. Tradizione del Verdi è, infatti, aprire il Cartellone con un classico mai rappresentato. Tratto dall’omonimo romanzo in versi di Puškin e trasposto in opera danzata da Vasily Medvedev, Onegin ha i tratti dell’insoddisfazione, è venato di capriccio e coronato da un finale intriso di rimpianto.
Proseguiamo. Più calore per placare la furia dell’anno nascente. Ed eccolo, il 16 gennaio, l’onnipresente amore, prosciugato in ogni tempo; sempre invariabilmente lussureggiante, quasi un bulbo che l’attingere di api e volatili accresce, anziché nuocergli. A rappresentarlo, Cinque Canti, un viaggio sonoro dentro al corpo dell’amore: cinque racconti distinti, uniti sottilmente dal tiranno comune. Cinque tipologie di sentimento, portate alla ribalta dalla MMCompany, di Michele Merola. Troppo freddo, là fuori. Si scalda, l’uomo, guardandosi dentro. E i colori, caldi, impazzano: dal giallo all’oro e all’arancio.
Occorrono risate. Il 15 febbraio arriva INRI, e il credo disperato – parodisticamente meridionale – si stinge in una storia intrisa di brillante assurdità. La famigerata coppia di comari (impersonate da due uomini, Stefano Mazzotta ed Emanuele Sciannamea), impacciate in un’unità spaziale soffocante e allucinata – forse espressione dei loro plagi interiori – vive questo spazio, senza spiragli, nei tempi orchestrati dai cerimoniali della cristianità. Racconto di donne e di prigionie, concretizzate dall’estro di C.ie Zerogrammi. Il giallo più sardonico sulle nere striature del fanatismo.
Alle catene alterniamo il volo. Il 16 aprile, Kaze Mononoke (dal giapponese, kaze, “vento”; mononoke, “spettro”) sparge sulla ribalta una gamma di toni ingenui, volutamente fatui, in concomitanza coi primi virgulti di primavera. Eseguita dalla DaCruDanceCompany, sotto la guida di Marisa Ragazzo e Omid Ighani, la performance deve la propria magia alla caratteristica ritualità della fioritura dei ciliegi: quasi un evento mistico nella cultura floreale giapponese, che prende il nome di hanami. Colori tenui, puerizia: il clima è ormai amabilmente mite.
Seguiranno, repentine ed energiche, le versioni coreutiche di due Compagnie, il Balletto del Sud (3 aprile), che impreziosirà Vivaldi e Cage con una moderna rielaborazione de Le Quattro Stagioni, portata in scena da Fredy Franzutti; e i ballerini di Aterballetto, con un’opera una e trina: Tempesta, da un progetto di Cristina Rizzo; Rain Dogs, di Johan Inger, ispirata all’omonimo testo dannato di Tom Waits; e Don Q., ritratto del Don Quixote di Cervantes, ideato da Eugenio Scigliano. Idea unitaria scritta a sei mani, la cui rappresentazione – superbamente estiva nella sua profusione di energie e tinte forti – segnerà l’inizio dell’annuale NID Platform (New Italian Dance Platform, showcase che giunge alla sua seconda edizione).
Due prime nazionali, quest’anno, due debutti di cui il Teatro Verdi sarà lo scintillante tappeto rosso. Parliamo dello Spellbound Contemporary Ballet, Compagnia squisitamente contemporanea che celebra i suoi primi vent’anni di attività con 20 Years Spellbound-Celebrating the Innovation, una miscellanea dei progetti maggiormente noti di Mauro Astolfi (con la perla di un pezzo inedito). E poi, sempre sulla strada battuta della danza contemporanea, la Imperfect Dancers Company, con Anna Frank. “Parole dall’Ombra”, uno struggente spettacolo in memoria della giovane vittima ebrea dell’Olocausto, a cura di Walter Matteini e Ina Broeckx, a quasi 70 anni dalla sua cattura e deportazione. I due debutti andranno in scena, rispettivamente, il 13 marzo e il 10 maggio.
Sabato 4 gennaio: scaldiamo il lungo e freddo “inverno del nostro scontento“.

Gli spettacoli andranno in scena:
Teatro Verdi
via Palestro, 40 – Pisa

sabato 4 gennaio 2014
ONEGIN
di Vasily Medvedev
con il Balletto dell’Opera Nazionale Slovacca

giovedì 16 gennaio
CINQUE CANTI
di Michele Merola
con la MMCompany

sabato 15 febbraio
INRI
di C.ie Zerogrammi
con Stefano Mazzotta ed Emanuele Sciannamea

mercoledì 16 aprile
KAZE MONONOKE
di Marisa Ragazzo e Omid Ighani
con la DaCruDanceCompany

giovedì 3 aprile
LE QUATTRO STAGIONI
di Fredy Franzutti
con il Balletto del Sud

giovedì 22 maggio
TEMPESTA di Cristina Rizzo
RAIN DOGS di Johan Inger
DON Q. di Eugenio Scigliano
con la compagnia Aterballetto

giovedì 13 marzo
20 YEARS SPELLBOUND-CELEBRATING THE INNOVATION
di Mauro Astolfi
con lo Spellbound Contemporary Ballet

sabato 10 maggio
ANNA FRANK. “PAROLE DALL’OMBRA”
di Walter Matteini e Ina Broeckx
con la Imperfect Dancers Company

Abbonamenti ancora disponibili fino all’11 dicembre, presso il Botteghino del Teatro.

Twitter del.icio.us Digg Facebook linked-in Yahoo Buzz StumbleUpon

63 Comments

  1. Pingback: paul smith 財布

  2. Pingback: バーバリーコート

  3. Pingback: TUMI 修理

  4. Pingback: TUMI 3way

  5. Pingback: シャネルネックレス

  6. Pingback: バーバリー財布

  7. Pingback: バーバリー アウトレット

  8. Pingback: ugg classic mini

  9. Pingback: レディースティンバーランド

  10. Pingback: uggアグ 激安

  11. Pingback: UGG バッグ

  12. Pingback: ugg 2013 秋冬

  13. Pingback: ティンバーランド ブーツ 通販

  14. Pingback: ムートンブーツugg

  15. Pingback: ティンバーランドスニーカー

  16. Pingback: ugg classic short

  17. Pingback: アグばっぐ

  18. Pingback: プラダトートバッグ

  19. Pingback: プラダ 店舗

  20. Pingback: プラダ アウトレット

  21. Pingback: プラダ キーケース

  22. Pingback: プラダ キーケース

  23. Pingback: プラダ バッグ

  24. Pingback: プラダ トート

  25. Pingback: プラダ 財布

  26. Pingback: プラダ トート

  27. Pingback: TUMI 店舗

  28. Pingback: コーチ バッグ

  29. Pingback: TUMI トート

  30. Pingback: コーチ アウトレット

  31. Pingback: coach バッグ

  32. Pingback: TUMI 26141

  33. Pingback: バーバリー通販

  34. Pingback: chanel 財布

  35. Pingback: TUMI 店舗

  36. Pingback: coach 財布

  37. Pingback: カシオ 時計 店舗

  38. Pingback: プラダ アウトレット

  39. Pingback: ポーター 財布

  40. Pingback: シチズン腕時計 メンズ

  41. Pingback: ポールスミス 腕時計

  42. Pingback: ウブロ 腕時計

  43. Pingback: トラポーター

  44. Pingback: ドルチェ&ガッバーナ 腕時計

  45. Pingback: ザノースフェイス ダウンジャケット

  46. Pingback: コーチ 腕時計

  47. Pingback: UGG バッグ

  48. Pingback: B'z ポーター

  49. Pingback: 吉田カバン ポーター

  50. Pingback: ポータークラシック

  51. Pingback: ポータークラシック

  52. Pingback: ポータークラシック

  53. Pingback: ポーター 財布

  54. Pingback: ugg classic mini

  55. Pingback: アグ2013

  56. Pingback: ポータークラシック

  57. Pingback: B'z ポーター

  58. Pingback: ミュウミュウ アウトレット

  59. Pingback: シチズン 掛け時計

  60. Pingback: ブルガリ 腕時計

  61. Pingback: プラダ バッグ

  62. Pingback: ベル&ロス 腕時計

  63. Pingback: Buy gigs for $1