Il suono dell’improvvisazione | workshop di musica improvvisata al Rossi

“Il suono dell’improvvisazione” è un ciclo di incontri a carattere di workshop teorico-esperenziali, dedicati alla musica improvvisata e alla sua arte, organizzati dal TRA ( Teatro Rossi Aperto), su idea, progetto e proposta del musicista Eugenio Sanna, che avverrà nell’ambiente dello stesso Teatro Rossi, in via Collegio Ricci, n° 1.

Questa serie di importanti incontri, di cui il primo è avvenuto venerdì 25 ottobre e con una successiva perfomance finale di tutti i partecipanti presenti, con grande successo e calore  da parte del  pubblico intervenuto, avrà un carattere continuativo, con una scadenza prevista per ogni quarto venerdì di ogni mese, con lo stesso orario.

Sempre in seno alle attività didattico-performative dello stesso workshop, venerdì 15 novembre alle ore 22,00, avrà luogo negli spazi del Teatro Rossi Aperto, l’esibizione del fiatista italiano ma residente da svariati anni a Bruxelles, Marco Loprieno (MAL) al sassofono tenore, clarinetto e monotrons, musicista di rilievo nel panorama del jazz contemporaneo e della musica improvvisata europea.

Nella stessa serata saranno dunque  previsti vari set in cui il musicista si esibirà sia in solo, sia in duo con Eugenio Sanna alla chitarra amplificata e oggetti, sia con uno dei grossi rinnovatori del sassofono in Italia, Edoardo Ricci, intervenuto per l’occasione e con i vari musicisti partecipanti al  workshop, con: ,

Elisa Azzarà- flauto; Angela Bastreghi- chitarra acustica; Carla Bonacci- pianoforte giocattolo, percussioni; Claudia Caldarano- voce, danza; Carlo Cantisani- basso elettrico;  Sergio Caruso- chitarra elettrica; Matteo Consani- batteria; David Lucchesi- chitarra elettrica;  Marino José Malagnino- hokulele giocattolo, oggetti sonori; Jacopo Marchetti- pianoforte; Alessandro Zanobini- sassofono tenore. Tutti quanti si combineranno  in formazioni miste, dando luogo sia a piccoli set, sia a soli, duetti, trii, fino all’ensemble finale.

Ad arricchire questa interessante e preziosa  serata, contribuirà anche l’apporto dell’interazione del suono col movimento del corpo, dato dal danzatore Manrico Fiorentini (eventualart.free.fr/curriculum.php?id=curriculummanricofiorentini) , arricchendola e dandole così una dimensione di multimedialità.

Da sempre gli incontri tra le varie arti espressive, hanno avuto la funzione di potente motore propulsivo, per la ricerca di una sintesi capace di espandere verso nuovi e più ampi orizzonti, le azioni creative degli esseri umani.

Per informazioni scrivere a:  musica@teatrorossiaperto.it o www.teatrorossiaperto..it

 

“MAL”- Marco Loprieno ( www.soundcloud.com/ex-i-t), vive e lavora a Bruxelles, già presidente dell’associazione di  musica improvvisata di Bruxelles “Inaudible“, fondatore del gruppo ex-i-t (experimental international transit) ha suonato recentemente con Phil Wachsmann, Lawrence Casserley, Adam Bohman, suona regolarmente nel quartetto THE FLAMES! e nel duo Tuba Libre.

 

Eugenio Sanna (www.eugeniosanna.it), chitarrista originale e versatile e musicoterapeuta, conduce da sempre una ricerca di rigore estremo che non conosce compromessi. Ha partecipato dal 1976 fino al 1986, alla fondazione del C.R.I.M. ( Centro per la Ricerca sull’Improvvisazione Musicale) a Pisa, città dove attualmente vive. Ha suonato con i maggiori musicisti contemporanei ed esponenti della musica improvvisata ma anche con artisti provenienti da altre aree espressive: Peter Kowald, Derek Bailey, Roger Turner, Edoardo Ricci, John Zorn, Giovanni Canale, Tristan Honsinger, Stefano Bartolini, John Edwards, Giuseppe Chiari, Edoardo Marraffa, Steve Noble, Luca Tilli, Tony Rusconi, Sebi Tramontana, Thomas Lehn, Tiziana Bertoncini, Esther Lamneck, Eric Lyon, Ute Volker, Eddie Prevost, Patrizia Oliva, Stefano Giust, Paed Conca, Carlo Actis Dato, Mauro Orselli, Phil Minton, Liz Allbee, Marco Cristofolini e molti altri. Interessato alla fusione di diversi linguaggi artistici, partecipa e progetta perfomance anche con danzatori quali Douglas Dunn, Roberto Castello, Cheryl Banks, Manrico Fiorentini, Atsushi Takenouchi, Katie Duck, Charlotte Zerbay, Paola Lattanzi. A partire dal 94′, viene invitato a tenere periodicamente delle lezioni sulla musica improvvisata dal dipartimento di musica elettronica e contemporanea della New York University, per gli studenti di quella università. Per dodici anni ha portato avanti un laboratorio di musica per la casa circondariale G.Don Bosco di Pisa e dal 2001 conduce due laboratori con finalità espressive e terapeutiche, per l’associazione di riabilitazione psicosociale L’Alba, nella stessa città in cui risiede.

Twitter del.icio.us Digg Facebook linked-in Yahoo Buzz StumbleUpon

Comments are closed.